Antonio Cassano Inter: "Al Milan leccano quella cosa lì, fanno chiacchiere e basta"

Scritto da: -

Il barese non risparmia colpi ad alzo zero contro il Milan e, naturalmente, esalta l'Inter e i suoi dirigenti.

cassanointer.jpg

Antonio Cassano show nel giorno della presentazione come nuovo giocatore dell’Inter. Con annesso duro attacco al Milan, a Galliani e ad Allegri. Complimenti Fantantonio, come lecchi tu non lecca nessuno…

Lascio la parola a lui. Senza ulteriori commenti. Non ne servono. “I primi giorni sono andati molto bene. La cosa più importante per me era quella di sapere che Branca, Ausilio e Stramaccioni puntavano su di me. Voglio ringraziare Piero e Marco, perché quando le cose vanno male tutti a criticare ma quando acquistano 8-9 giocatori nuovi nessuno dice nulla perché non sono persone che leccano quella cosa lì… i complimenti vanno a loro, così come al presidente Moratti che comanda tutto. Trattativa lampo? Lo dite voi. Questa cosa va avanti da tempo, ma loro non fanno chiacchiere, non leccano quella cosa lì, e fanno i fatti”.

E ancora: “Raccomandazioni da Moratti? Sì, ma non ve le dico. Lui mi ha sempre voluto, sin dai tempi della Sampdoria ma ero un matto e ha fatto benissimo. Ero una testa calda, ha fatto benissimo. Ma ora sono cambiato, e mi ha fatto piacere l’abbraccio con Moratti”. 

Le stoccate al Milan continuano. Fioccano: “Alla conferenza stampa del Milan ho detto ‘Se sbaglio sono da rinchiudere al manicomio’, ma non ho sbagliato io, ma qualcun altro, che sta sopra gli altri. Ma non ho sbagliato io, così come non hanno sbagliato i compagni o il tecnico. Ha sbagliato un’altra persona, chi sta in alto: ha promesso tanto. Qualcuno ha fatto il furbo, a me non va bene e sono dovuto andare via. E’ stato bravo a fare molto fumo, ma niente arrosto. Mi sono arrabbiato perché mi sono sentito preso in giro. Hanno promesso tanto e fatto poco. Galliani? Lo dite voi, ma lo avete capito. Non c’è bisogno di fare nomi. Ma avete capito… Io ringrazio i miei compagni, ringrazio i tifosi al Milan che mi sono stati vicinissimi quando ho avuto problemi al cuore. Perché dico che qualcuno faceva solo fumo? Si era parlato di rinnovo, ma sempre e solo parlato, parlato e parlato. Solo parole, mai fatti. Chiedetelo a lui perché dico così. Ma lui è bravo a girare le carte in tavola. Lui dirà che ha ragione lui, che non era vero. Lui va d’accordo solo con chi lo leccava. Già dalla prima estate dopo lo scudetto avevamo cominciato a parlare, lui mi diceva sì sì, domani domani, ma così non va bene e me ne sono andato via. Sto ancora aspettando…”

Fantantonio non si ferma più: Nella mia scelta di andare via dal Milan sono pesate due cose: le promesse non mantenute e poi il fatto che sono andati via due miei amici, Thiago e Ibra. Due calciatori insostituibili. Da qui ho capito come era l’andazzo, ho preso la palla al balzo e deciso di andare via. Già durante gli Europei avevo detto all’allenatore che volevo andare via, lui riferiva a Galliani, poi tramite il mio procuratore l’ho detto anche a Galliani. Per Allegri come giocatore ero la quinta, sesta, settima punta. Lui mi diceva che non poteva garantirmi nulla, ero come il due di coppe con la briscola a bastoni, vedevo aria non buona e dovevo cambiare. Irriconoscenza? Io devo ringraziare la gente del Milan per lo striscione che hanno messo sotto l’ospedale, Silvio Berlusconi che mi ha messo a disposizione un impero e Barbara Berlusconi e basta. Non è questione di irriconoscenza, ho ringraziato i capi del Milan, ringrazio Tavana, Tassotti che è quello dello staff tecnico con cui andavo d’accordo. Tutto mi si può dire tranne che irriconoscente. Tutti i miei compagni del Milan mi sono stati vicini, erano dispiaciuti, mi fa piacere che mi vogliono bene e io a loro. Da altre persone sms zero in un anno e mezzo, in questo periodo meno di zero ma me l’aspettavo…”

Basta così? Assolutamente no. Il lecchino Cassano prosegue la disamina: “Tu avevi detto che dopo il Milan c’era solo il cielo e ora? Semplice, oltre il cielo c’è l’Inter… Milito-Palacio-Snejider è il trio che è giusto che parta titolare. Io metterò in difficoltà l’allenatore. Agli interisti dico che voglio vincere qui, voglio fare di tutto per farli felici e contenti. In questo periodo mi sono allenato, a modo mio ma mi sono allenato, la mia condizione è al 50-60% non credo di più…”. L’Inter è il meglio, abbiamo capito: “D’estate un assist alla Sampdoria? Sono arrivato ora all’Inter e già devo cambiare? La Sampdoria l’ho detto, lo dico e lo continuerò a dire: è stata l’esperienza che mi ha cambiato la vita, resterà sempre nel mio cuore. Voglio godermi i miei due anni qui all’Inter. Se farò bene potremo continuare. Devo ringraziare sempre Branca e Ausilio. Dopo tutto quello che ho fatto mi aspettavo una risposta negativa dalla Sampdoria, l’importante era riconquistare il rapporto con il presidente Garrone, l’ho fatto e sono contento per questo”.

Fatto pace con il blucerchiato, resta da lec…ringraziare Stramaccioni: “Avevo un’offerta dal Quatar molto importante, ma sono qui perché mi hanno scelto in tanti, dirigenti, allenatore, Snejider, Zanetti e poi sono qui per uno sfizio: per Nagatomo, era il mio pallino. Ma sono rimasto a Milano perché mi piacerebbe fare il mondiale e devo stare in un campionato vero, volevo mettermi in gioco per fare bene qui e andare in Brasile. Altre squadre mi hanno cercato, si parlava ma solo chiacchiere e a me piacciono fatti. Che scherzo ho fatto a Nagatomo? Sono appena arrivato, dammi il tempo. Ma ti terrò aggiornato, non ti preoccupare. E’ un obiettivo ben chiaro per me…L’imitazione del mister su di me? Conosco Stramaccioni da quando allenava i ragazzini della Roma. A lui piacciono i giocatori estrosi, è una persona perbene, è un allenatore del quale tutti mi parlano bene”.

Cassano poi torna su ciò che gli è successo qualche mese fa: “Vedi tutto in modo diverso, adesso vedo le piccole cose, penso a mio figlio, a mia moglie, la mia famiglia. Ma adesso per me è il passato, è normale che ti tocchi tanto, meno male che è andata bene. Prima facevo tanti errori, me li cercavo, adesso forse di meno, ma davanti voglio avere degli uomini che mi dicano le cose come stanno e come vanno”.

Il gran finale della pirotecnica conferenza stampa di Cassano: “Ora so già che mi multeranno, ma voglio dire che ho appena parlato con Maicon e gli ho detto ’sei sicuro di volertene andare?’. Lui per me è fortissimo, come Thiago Silva per il Milan, anche se sono due situazioni completamente differenti. Ora però sono cose della società, non mi voglio immischiare io. Però, se dovesse rimanere penso che grazie anche a lui potremmo sicuramente lottare per il vertice.. Prandelli? Con il mister ho un rapporto schietto, diretto. Se sto bene, e voglio stare bene, lui ha sempre detto che per me il posto c’è sempre. Se deciderà altre cose non ci sarà problema, ma l’importante è che me lo spieghi come ha sempre fatto. Siccome tante persone remavano contro di me, questa domanda mi dà l’occasione per spiegare. Hanno fatto passare altri messaggi. Ma io e Prandelli abbiamo parlato, lui mi ha detto che andava bene così e che doveva provare tanti ragazzi, mi ha detto Antonio giusto che resti a casa”.

A Milanello saranno sicuramente felicissimi dopo la presentazione di Cassano….

Foto - Cassano visita Milanello dopo l'operazione Foto - Cassano visita Milanello dopo l'operazione Foto - Cassano visita Milanello dopo l'operazione Foto - Cassano visita Milanello dopo l'operazione Foto - Cassano visita Milanello dopo l'operazione Foto - Cassano visita Milanello dopo l'operazione Foto - Cassano visita Milanello dopo l'operazione Foto - Cassano visita Milanello dopo l'operazione

Vota il sondaggio! Chi vincerà lo scudetto 2012-2013? Clicca qui!

LINK UTILI:

Ciao Antonio, eterno, scontato ripetente

Allegri ha minacciato le dimissioni?

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 1 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Antonio Cassano Inter: &quote;Al Milan leccano quella cosa lì, fanno chiacchiere e basta&quote;

    Posted by:

    questo e\' scemo su tutte le ruote !! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Antonio Cassano Inter: &quote;Al Milan leccano quella cosa lì, fanno chiacchiere e basta&quote;

    Posted by:

    Professionista del menga! \"e poi il fatto che sono andati via due miei amici, Thiago e Ibra.\"ma va a cagare. Palacio tutta la vita. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Antonio Cassano Inter: &quote;Al Milan leccano quella cosa lì, fanno chiacchiere e basta&quote;

    Posted by:

    che brutto affare per l\'inter,un povero ignorante e lo dico da barese Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Antonio Cassano Inter: &quote;Al Milan leccano quella cosa lì, fanno chiacchiere e basta&quote;

    Posted by:

    CASSANO NON SI SMENTISCE MAI,AL MIO PAESE SI DICE CU NASCI TUNNU NUN PO MURIRI QUADRATU. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Antonio Cassano Inter: &quote;Al Milan leccano quella cosa lì, fanno chiacchiere e basta&quote;

    Posted by:

    MEGLIO LECCHINI CHE COGLIONI CM TE ....CASSANO RITIRATIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Antonio Cassano Inter: &quote;Al Milan leccano quella cosa lì, fanno chiacchiere e basta&quote;

    Posted by:

    Questo è il ringraziamento dopo che il Milan lo ha curato, aspettato e reso migliore!!!!!!Una persona misera che sta in una squadra che merita molto di più che personaggi negativi come lui!!!!!!! Scritto il Date —