Milan-Juventus: rigori post-Calciopoli, rossoneri doppiano Juve

Rossoneri "tutelati" in area di rigore il doppio dei giocatori bianconeri, almeno a giudicare dalle cifre. Roma ben messa rispetto all'Inter.

ibrarigore.jpg


"Il Milan ha un altro stile rispetto alla Juventus". Sono le parole pronunciate ieri dal tecnico meneghino Massimiliano Allegri. Il riferimento era alle ultime polemiche di Beppe Marotta dopo il mancato fischio dell'arbitro Peruzzo per un fallo di mano del senese Vergassola in area di rigore.


Siamo andati a spulciare un po' di statistiche per capire chi fa bene - ammesso che ci sia - a lamentarsi. Ebbene, la scoperta è un po' quella dell'acqua calda. Ovvero, il Milan - dal 2006 in poi, quindi dal post-Calciopoli - ha goduto sicuramente di maggior considerazione da parte degli arbitri rispetto ad altre squadre. E alla Juve in particolare.

Esattamente, al Diavolo ne sono stati concessi il doppio rispetto a quelli fischiati a favore di Madama: ben 52 contro 26. In 212 gare, significa che Seedorf e compagni usufruiscono di un tiro dal dischetto una volta ogni quattro partite. La Juve, invece, ne ha uno ogni 10 match giocati. Una sproporzione notevole.


Compaiono nella tabella preparata anche Roma e Inter. In questo caso, sono i giallorossi a stravincere, con un solo rigore fischiato in meno rispetto ai rossoneri. L'Inter è comunque davanti alla Juve di parecchio.


Ecco la tabella delle quattro antagoniste:


rigoritabella.png

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO