Ranieri: finita l'era alla Roma, ma chi lo esonera?

ranieri2.jpg


Il problema alla Roma, dopo la clamorosa rimonta subita a Marassi contro il Genoa, non è se confermare sulla panchina Claudio Ranieri o meno, ma da chi farlo esonerare. Il tecnico, infatti, era già appeso a un filo prima di oggi - a causa delle contestazioni dei tifosi e degli atteggiamenti irriguardosi di alcuni giocatori (Borriello tra tutti), ma anche dei risultati. Ora non ha più appigli, se non uno : la confusa situazione societaria capitolina. Sarebbe infatti ancora la famiglia Sensi a gestire la Roma, ma Rosella non ha le possibilità di comunicare al tecnico che è sollevato dall'incarico perchè è in uscita e dunque può svolgere solo l'ordinaria amministrazione; Unicredit? Non ha competenze tecniche; il gruppo americano guidato da DiBenedetto non ha ancora il potere di prendere decisioni.

Intanto, però, la società ha imposto il silenzio stampa alla squadra. Niente ritiro in vista del Bologna (recupero di mercoledì prossimo), parla solo Gian Paolo Montali e probabilmente dice tutto: La posizione di Ranieri è in discussione, ma non vogliamo prendere una decisione di pancia. Ci prendiamo un pausa di riflessione, ma sicuramente decideremo tra stasera e domani. Dobbiamo valutare con attenzione e risolvere i problemi, non cercare i colpevoli. Vogliamo intervenire in modo chirurgico. In questi casi l'operazione è sempre al cuore del problema, si punta cioè al tecnico non potendo mandare via i giocatori. Montali ha fatto letteralmente da parafulmine nel dopopartita: Chi dice che non abbiamo preso provvedimenti contro quei giocatori che hanno mancato di rispetto a Ranieri? Ma sono cose che non sbandieriamo in giro. Solo ieri Ranieri aveva detto di non avere alcuna intenzione di abbandonare la nave, qualche giorno prima aveva rassicurato su come la, squadra fosse con lui. Oggi, però, sul 3-1 e partita virtualmente chiusa, ha esagerato togliendo Simplicio e inserendo Menez. Una mossa pagata a caro prezzo, forse figlia di delicati equilibri con i singoli calciatori. O magari di una confusione che ormai vede anche il tecnico testaccino in mezzo alla tempesta.
Di fatto, Ranieri non è già più l'allenatore giallorosso. Si tratta di capire se sarà proprio Montali a comunicarglielo. E quando. Andare a Bologna con in panchina un allenatore sfiduciato rischia di peggiorare solo le cose. Intervenire e promuovere Vincenzo Montella appare la soluzione più plausibile, seppur di ripiego. Ma in casa Roma, dopo il 4-3 di Genova, si punta più che altro a chiudere la stagione dignitosamente. Sperando che i tifosi più caldi capiscano il momento e non infieriscano sulla squadra. Davanti a Trigoria stazionano comunque tre camionette della polizia in attesa del rientro della, squadra.


Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO