Calcio scommesse: Gervasoni nomina Lecce-Lazio e Mauri

Scritto da: -

E' stato reso noto l'interrogatorio dello scorso 12 marzo da parte di Gervasoni: coinvolto direttamente Stefano Mauri. Il presidente del Siena Mezzaroma smentisce di aver pagato due giocatori del Modena per combinare il match.

leccelazio.jpg

400mila euro per truccare Lecce-Lazio 2-4 (nella foto in alto) dell’ultima giornata dello scorso campionato. E’ stato reso noto ieri l’interrogatorio del 12 marzo scorso in cui Carlo Gervasoni parlò di ben 42 partite aggiustate. Gervasoni ha inguaiato pure Stefano Mauri, centrocampista biancoceleste, che avrebbe partecipato direttamente alla combine.

Alla Procura di Cremona, nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse, Gervasoni ha raccontato di come lo zingaro Amir Gegic investì 400mila euro in quel match, del 22 maggio 2011, coinvolgendo “due o tre giocatori della Lazio e tre o quattro del Lecce”.

Queste le parole messe a verbale: “La combine fu pianificata grazie a Zamperini che si era messo in contatto con Mauri. Tutte e due le squadre furono coinvolte. Gegic investì 400.000 euro per pagare le due squadre”. Gervasoni avrebbe pure confermato il coinvolgimento di Rosati e Benassi (Lecce). 

Parlando di altri match, Gervasoni ha detto: “Ho appreso da Gegic“, avrebbe spiegato l’ex di Cremonese e Piacenza, riferendosi alla partita Livorno-Grosseto dell’11 giugno 2009, “che fu favorita la vittoria del Livorno dal portiere del Grosseto Ciro Polito”. C’è poi Chievo-Udinese del 15 maggio 2011: “Ho appreso dai Cossato che l’incontro è stato manipolato. Non so se i Cossato si siano limitati a scommettere”.

Oggi saranno in Procura, a Roma, due giocatori della Lazio: non solo Stefano Mauri, ma anche Cristian Brocchi (dovrebbe solo chiarire la sua amicizia con uno degli indagati, Alessandro Zamperini). Per i due da verificare la vicenda di un altro match, Lazio-Genoa 4-2 del 15 maggio scorso.

Gervasoni, nell’interrogatorio, avrebbe poi tirato in ballo il Siena per la partita contro il Modena del 26 febbraio 2011. Addirittura, secondo l’ex calciatore, sarebbe stato direttamente il presidente toscano Massimo Mezzaroma a pagare due calciatori del Modena per accomodare il match, poi vinto dai bianconeri per 1-0 con gol di Bolzoni. Il numero uno del Siena ha immediatamente risposto: “Sono esterrefatto da una tale notizia e nego sdegnosamente qualsiasi tipo di coinvolgimento del club e mio personale. Fino a questo momento avevamo scelto di non commentare i vari passaggi dell’inchiesta per il doveroso rispetto nei confronti degli organi inquirenti, verso i quali nutriamo la massima fiducia, e per non rincorrere il quotidiano chiacchiericcio alimentato da pseudo notizie di fonti difficilmente credibili. Ma di fronte a una falsità di tale portata, che coinvolge direttamente anche la mia persona, non posso esimermi dallo smentire nella maniera più assoluta certe affermazioni”.

mauri.jpg mauri2.jpg brocchi.jpg mezzaroma.jpg mezzaroma2.jpg

LINK UTILI:

Calcioscommesse, Doni: “Partite truccate già nel 2000″

Bufera calcioscommesse: pm a caccia dei milanesi

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.