Ranieri: finita l'era alla Roma, ma chi lo esonera?

Scritto da: -

ranieri2.jpg

Il problema alla Roma, dopo la clamorosa rimonta subita a Marassi contro il Genoa, non è se confermare sulla panchina Claudio Ranieri o meno, ma da chi farlo esonerare. Il tecnico, infatti, era già appeso a un filo prima di oggi - a causa delle contestazioni dei tifosi e degli atteggiamenti irriguardosi di alcuni giocatori (Borriello tra tutti), ma anche dei risultati. Ora non ha più appigli, se non uno : la confusa situazione societaria capitolina. Sarebbe infatti ancora la famiglia Sensi a gestire la Roma, ma Rosella non ha le possibilità di comunicare al tecnico che è sollevato dall’incarico perchè è in uscita e dunque può svolgere solo l’ordinaria amministrazione; Unicredit? Non ha competenze tecniche; il gruppo americano guidato da DiBenedetto non ha ancora il potere di prendere decisioni.

Intanto, però, la società ha imposto il silenzio stampa alla squadra. Niente ritiro in vista del Bologna (recupero di mercoledì prossimo), parla solo Gian Paolo Montali e probabilmente dice tutto: La posizione di Ranieri è in discussione, ma non vogliamo prendere una decisione di pancia. Ci prendiamo un pausa di riflessione, ma sicuramente decideremo tra stasera e domani. Dobbiamo valutare con attenzione e risolvere i problemi, non cercare i colpevoli. Vogliamo intervenire in modo chirurgico. In questi casi l’operazione è sempre al cuore del problema, si punta cioè al tecnico non potendo mandare via i giocatori. Montali ha fatto letteralmente da parafulmine nel dopopartita: Chi dice che non abbiamo preso provvedimenti contro quei giocatori che hanno mancato di rispetto a Ranieri? Ma sono cose che non sbandieriamo in giro. Solo ieri Ranieri aveva detto di non avere alcuna intenzione di abbandonare la nave, qualche giorno prima aveva rassicurato su come la, squadra fosse con lui. Oggi, però, sul 3-1 e partita virtualmente chiusa, ha esagerato togliendo Simplicio e inserendo Menez. Una mossa pagata a caro prezzo, forse figlia di delicati equilibri con i singoli calciatori. O magari di una confusione che ormai vede anche il tecnico testaccino in mezzo alla tempesta.
Di fatto, Ranieri non è già più l’allenatore giallorosso. Si tratta di capire se sarà proprio Montali a comunicarglielo. E quando. Andare a Bologna con in panchina un allenatore sfiduciato rischia di peggiorare solo le cose. Intervenire e promuovere Vincenzo Montella appare la soluzione più plausibile, seppur di ripiego. Ma in casa Roma, dopo il 4-3 di Genova, si punta più che altro a chiudere la stagione dignitosamente. Sperando che i tifosi più caldi capiscano il momento e non infieriscano sulla squadra. Davanti a Trigoria stazionano comunque tre camionette della polizia in attesa del rientro della, squadra.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Ranieri: finita l'era alla Roma, ma chi lo esonera?

    Posted by:

    Al di là della pessima contingenza chiaramente legata al cambiamento societario che - come spessissimo avviene in questi casi - non concede serenità a giocatori e allenatore; questa squadra negli ultimi anni pur lottando sempre su importanti fronti - campionato, champions, coppa italia ecc. - non riesce a vincere nulla anche e soprattutto perché si trova a Roma! Roma, una città di persone del tutto prive di ogni capacità razionale, mosse unicamente da sentimenti e da umori di \"pancia\"; che non capisce che una società, da anni in crisi finanziaria, non può permettersi di pagare quello che paga per un giocatore che da tempo non dà più nulla alla squadra (anzi, spesso risulta un peso morto) come Francesco Totti. Ma se queste spese sono stare fatte è perché la famiglia Sensi è stata ostaggio di un pubblico stolto, obbligata a investire male il proprio denaro a causa degli umori di una piazza del tutto folle che continua a idolatrare giocatori che sanno ormai fare soltanto le prime donne, che sbottano a ogni minimo colpetto ricevuto dall\'avversario che perdono le staffe appena le cose in campo vanno male e che - spesso, troppo spesso - giocano male; il nome di Totti è già stato fatto, un altro è quello di De Rossi, ulteriore bandiera già sul viale del tramonto che ha bene imparato la lezione del capitano (con la lettera minuscola ormai) prima donna. Speriamo che la nuova dirigenza sappia far piazza pulita di tutti questi \"fighetti\" in pantaloncini, che abbia il coraggio di fottersene dei romanisti-romani irrazionali, che abbia le palle per fare le giuste scelte su giocatori che abbiano voglia di sputare sangue senza perdere la calma e soprattutto la testa (persa già abbondantemente dai loro tifosi).Un ROMANISTA NON ROMANOPS: Se qualcuno è davvero disposto a spendere 40 milioni per De Rossi, fossi io il presidente glielo venderei di corsa! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Ranieri: finita l'era alla Roma, ma chi lo esonera?

    Posted by:

    Grazie del tuo commento \'che pena\'. Qualche giorno fa avevo parlato del Totti ingombrante, probabilmente causa dei mali della Roma degli ultimi anni. Lo confermo, anche se ieri ha fatto una buona partita. Tu parli pure di De Rossi, sinceramente non so quanta importanza abbia già acquisito nello spogliatoio... certo che se arriva Montella, fino al termine dell\'anno sarà davvero pura autogestione. Un saluto Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Calciomalato.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Sport di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano