Serie A, nel giorno della sua festa Ibrahimovic non si sbilancia: “Vinceremo tutto!”

Scritto da: -

E’ l’intervallo della prima di campionato a San Siro: il Milan vince già 3 a 0 contro la neopromossa Lecce (ma i gol potevano essere anche il doppio…) ma gli occhi sono tutti per lui.

Zlatan Ibrahimovic, nuovo attaccante del Milan, arriva sul palchetto predisposto per il suo saluto ai nuovi tifosi e lancia la sua promessa: “Lo sapete, quest’anno vinceremo tutto”. L’ovazione è stata immediata, i sogni sono iniziati.

Prima dello svedese, intanto, era stata la volta di Silvio Berlusconi a scaldare i cuori rossoneri: "Ibrahimovic è un grande campione che completa la nostra rosa. Con il tridente Pato-Ibrahimovic-Ronaldinho saremo protagonisti in Europa e nel mondo".A guardare la partita d’esordio dei rossoneri, però, qualche dubbio viene.

Nella sua carriera, infatti, Ibrahimovic ha dato sempre il meglio di sé quando si è ritrovato a giocare con una prima punta sul quale appoggiarsi e sfruttarne il movimento: nei suoi anni all’Inter ha avuto compagni di reparto come Cruz e Crespo, riuscendo a sfruttare le loro caratteristiche. La scorsa stagione, invece, con due attaccanti di movimento come Messi e Pedro, Ibrahimovic ha avuto molte più difficoltà, al punto da rompere con Guardiola.

Giocare centrale in un attacco a tre, con due attaccanti di movimento come Ronaldinho e Pato, potrebbe replicare i problemi tattici avuti nella sua unica stagione spagnola.

Certo, almeno a leggerlo sulla carta, un tridente Ronaldinho-Ibrahimovic-Pato fa venire voglia di non perdersi nemmeno una partita dei rossoneri…

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Calciomalato.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Sport di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano